WP1 – Geodatabase delle grandi frane in roccia

 

I dati disponibili per la regione Lombardia (e.g. IFFI, GeoIFFI) e gli inventari per aree più limitate sono stati analizzati.
Il nuovo inventario è stato realizzato utilizzando immagini satellitari, immagini ortofoto, stereofoto e topografia ad alta risoluzione, utilizzando nuovi criteri di mappatura di “semi-dettaglio” focalizzati su grandi e lente instabilità in roccia.

Strumenti utilizzati per la mappatura: stereoscopio utilizzato per l’analisi fotogrammetrica e vista Google Maps di una delle aree di studio

La mappatura è stata effettuata con accuratezza spaziale coerente con i requisiti dello studio su scala locale, adatta per applicazioni pratiche a scale regionali, municipale e del singolo versante. Le caratteristiche mappate includono aree di frana e caratteristiche strutturali e morfostrutturali associate. Queste ultime sono di grande importanza per la caratterizzazione e l’interpretazione della geometria e della cinematica di grandi frane e solitamente non sono riportate nei geodatabase istituzionali utilizzati per la pianificazione del territorio e la gestione del rischio.
Particolare attenzione è stata prestata nella mappatura delle relazioni tra depositi e forme del suolo e di instabilità superficiali (scivolamenti di terra, detbris flow, crolli, erosione/sedimentazione) nelle aree colpite da grandi frane e in aree limitrofe.

Esempio di mappatura di semi-dettaglio

Il principale obiettivo è la massimizzazione del contenuto informativo a scala di versante (scala locale) a supporto di un’analisi regionale di geometria, cinematica, stato e stile di attività. Questo tipo di mappatura consente di visualizzare per ogni frana i principali aspetti geomorfologici e ne associa una “scheda identificativa”, contenente alcuni parametri geomorfologici e di attività utili alla caratterizzazione.
L’attività di fotointerpretazione si è focalizzata sui 133 fenomeni riconosciuti negli inventari di riferimento e classificati come Deformazioni Gravitative Profonde di Versante (DGPV) e 75 grandi frane.
Il dataset è organizzato in strati informativi, nei quali ogni elemento può essere interrogato e modificato.

Inventario delle grandi frane in roccia

Sulla base del dataset è stata effettuata una valutazione dei dati sulla base delle caratteristiche morfometriche e della densità degli elementi mappati in ogni DGPV e grande frana considerata.